Lavora con noi

Ricerchiamo professionisti della vendita... Vuoi far parte anche tu del nostro Team?

Contattaci

Aree Riservate

Rete Vendita

Area riservata agli agenti di Olimpia Energia e Gas



Linea Diretta

Per ogni tua necessità contattaci direttamente al Numero Verde
800 37 26 25
Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Chiamate gratuite solo da rete fissa.

Numero verde

Risparmio Energetico

Olimpia Energia e Gas S.p.A. vi presenta una piccola guida del “buon consumatore”: alcuni sono i tipici consigli e suggerimenti dettati dal buon senso, altre sono invece idee alle quale magari non avete mai pensato ma che vi consentiranno di risparmiare anche il 30% sulla vostra bolletta luce.

Luce:

  • Sostituite le lampadine a incandescenza con quelle fluorescenti a basso consumo. Costano un po’ di più ma il risparmio è assicurato, e inoltre durano fino a 10 volte più a lungo.
  • Fate attenzione a scegliere la tipologia di lampada giusta e la posizione in cui è più opportuno collocarla. Accendete solo le lampade di cui si ha realmente bisogno in quel momento: un numero eccessivo di sorgenti luminose non porta ad un miglioramento dell’ambiente illuminato, ma al contrario, provoca un surriscaldamento del luogo (fattore sfavorevole soprattutto in estate).
  • Spegnete la luce che non state utilizzando. E soprattutto spegnete la luce di giorno! Ancora molti non lo fanno per semplice abitudine. Ricordate inoltre di spegnere le luci quando vi allontanate da una stanza, soprattutto se queste sono del tipo ad incandescenza. Altro intervento da considerare: non tenete accese le luci quando si esce di casa.
  • Comprate apparecchi a basso consumo o di maggiore efficienza energetica (Classe A+ e A++). In media, si possono ridurre del 30-50% i consumi dei grandi elettrodomestici grazie a piccoli accorgimenti sulle modalità di utilizzo o sull’acquisto di prodotti ad alta efficienza energetica.

Frigorifero:

  • Posizionate l’apparecchio nel punto più fresco della cucina lasciando almeno 10 cm di distanza dai muri. Per il congelatore la soluzione logistica più idonea può essere il garage o la cantina. Naturalmente la porta del frigorifero non va lasciata aperta più del necessario ed è consigliabile spegnere l’elettrodomestico se rimane vuoto. Dato che è inutile raffreddare eccessivamente, regolate il termostato su temperature ragionevoli. Sbrinate regolarmente e controllate la normale chiusura della porta, sono accorgimenti altrettanto importanti e spesso non considerati.

Lavatrice:

  • Scegliete un modello di recente produzione con accorgimenti sui consumi di acqua e di detersivo contenuti. Occorre ricordare che, da sola, la lavatrice è responsabile di una quota elevata dei consumi energetici delle nostre abitazioni. Tale consumo è dovuto soprattutto al riscaldamento dell’acqua per il lavaggio, mentre soltanto una piccola percentuale serve ad azionare il motore del cestello. A causa di questi consumi praticamente obbligati l’unico intervento che le famiglie possono effettuare per risparmiare energia elettrica consiste nello sfruttare al meglio ogni lavaggio: utilizzate la lavatrice solo a pieno carico ed evitate i programmi che usano temperature troppo elevate.

Condizionatori:

  • Prima di accendere questo elettrodomestico è opportuno praticare alcuni accorgimenti per ripararsi dalla luce diretta del sole attraverso l’ombreggiamento artificiale o naturale. Accendete il condizionatore solo quando ne sentite realmente il bisogno: in caso contrario sono preferibili i sistemi di raffrescamento passivi. Tenete il termostato del condizionatore su temperature ragionevoli e riducete i carichi interni utilizzando apparecchi più efficienti e meno “energivori”. Ricordate che i contatori sono dotati dell’etichetta energetica quindi “occhio all’etichetta energetica”.

Scaldabagno elettrico:

  • Pur essendo sempre meno utilizzato è importante regolare la sua temperatura non sopra i 55 gradi. Occorre evidenziare che i consumi dello scaldabagno elettrico sono legati in gran parte al consumo d’acqua, di conseguenza, l’installazione di riduttori di flusso consente di risparmiare anche energia. La sostituzione dello scaldabagno elettrico con un sistema a gas o a pannello solare sarebbe in grado di dimezzare i consumi.
  • Eliminate della vostra vita gli elettrodomestici “non imprescindibili”, ad esempio i bollitori elettrici, che consumano circa 1500 kWh/anno. Scartate i telefoni cordless: hanno un’alimentazione constante. Preferite le sveglie e orologi tradizionali rispetto a quelle digitale che consumano energia.
  • Spegnete totalmente gli elettrodomestici (o togliete la spina) non lasciandoli mai in stand-by. Quest’ultimo è responsabile di almeno il 10% del vostro consumo complessivo.
  • Impostate il vostro computer in modalità “Risparmio Energetico” in modo che lo schermo si oscuri quando non è in uso. Nel caso dei portatili inoltre togliete la batteria quando siete collegati alla rete elettrica (ridurre il consumo e prolunga la vita utile dello stesso).
  • Scollegate completamente il modem quando non lo state utilizzando. Il modem insieme a macchina di caffè, stampanti e impianti stereo sono tra gli apparecchi con consumi in stand-by particolarmente elevati.
  • Se avete una tariffa bioraria, attivate gli elettrodomestici ad alto consumo tra le 19 e le 07 del mattino, nel weekend e nei giorni festivi.
  • Staccate sempre il caricabatteria dalle prese una volta finita la carica (e non superate il tempo necessario), altrimenti, continuerà a consumare energia.

Isolamento termico :

  • Per evitare di sprecare energia elettrica riscaldando ambienti che poi disperdono il calore prodotto, è più economico ed efficace migliorare l’isolamento degli ambienti stessi. Tale azione si può realizzare attraverso una coibentazione migliore dell’edificio, l’installazione di finestre con doppi vetri o vetri selettivi e montare infissi con telai ad alta prestazione (legno, alluminio a taglio termico, pvc) che riducano le infiltrazioni di aria fredda dall’esterno. Importante è anche l’efficienza dell’impianto di riscaldamento che implica un buon funzionamento dello stesso. Per quanto riguarda l’isolamento termico degli edifici va tenuto presente che una buona parte dell’energia utilizzata per riscaldare un edificio durante la stagione invernale viene dispersa dalle pareti, dal tetto, dalle finestre e, in misura minore, dalla caldaia.

Questi suggerimenti vi aiuteranno di sicuro a risparmiare sulla vostra bolletta della luce e non solo.